SITUAZIONE ATTUALE ED EVOLUZIONE

Dalla giornata di lunedì avrà inizio una nuova fase perturbata che continuerà fino a metà settimana. Un minimo depressionario di origine nord-africana risalirà verso Nord-Est puntando il bacino centrale del Mediterraneo. Successivamente tale minimo andrà progressivamente a richiamare aria più fredda dai vicini Balcani. La nuova settimana si aprirà quindi con cieli grigi e con precipitazioni sparse, in particolare sulle regioni del versante adriatico. La quota neve si assesterà sulle medie quote in appennino e le temperature risulteranno in linea con le medie del periodo. Successivamente le condizioni meteorologiche andranno lentamente a migliorare per un graduale aumento di pressione in sede italica.

 

 

La giornata di martedì vedrà cieli irregolarmente nuvolosi su tutta la regione fino a sera quando si apriranno locali schiarite. Si verificheranno anche delle precipitazioni sparse che dal settore meridionali si estenderanno al resto del territorio. I fenomeni risulteranno per lo più di debole intensità e saranno nevosi oltre 700-900 metri di quota. Temperature massime e minime nel complesso stazionarie, ventilazione moderata in rotazione da Nord e mare mosso.

 

La giornata di mercoledì si aprirà con residua nuvolosità sparsa in mattinata, più compatta sul settore costiero dove non si esclude qualche isolato piovasco. Neve oltre i 600-700 metri. Da metà giornata si apriranno schiarite via via più ampie. Temperature massime e minime in lieve calo, ventilazione moderata settentrionale e mare mosso.

 

-Francesco De Angelis-

 


PUOI ASCOLTARE LE NOSTRE PREVISIONI ANCHE IN RADIO! CLICCA QUI PER INFORMAZIONI!


 

SITUAZIONE IN ATTO

Sinottica su scala europea

Immagini satellitari Europa

Immagini satellitari Italia

Radar precipitazioni Italia

Fulminazioni live centro Italia

Radar precipitazioni centro Italia