LA BEFANA CI PORTA GELO E NEVE!

 

Qualche giorno fa, vi avevamo parlato di un importante possibile ondata di gelo e neve per l’Italia a ridosso dell’Epifania o subito dopo.
Ieri in un editoriale last-minute d’inizio anno, abbiamo confermato con tempi addirittura anticipati.
Quest’oggi non possiamo fare altro che annunciarla con obbiettivo temporale giovedi 5 e venerdì 6 gennaio.
Queste saranno le due giornate cruciali della prima vera ondata di freddo di questo Inverno.
L’aria sarà di origine Artico-Continentale, che scenderà sul bordo orientale dell’Alta Pressione posizionata per meridiani tra il nord-Africa, la penisola Iberica, Francia, Inghilterra, piegando fin sui paesi Scandinavi.
L’estrazione dell’aria artica prenderà una componente continentale nel suo tragitto, diventando così gelida su tutte le quote tra libera atmosfera e suolo.
Le correnti gelide tracimeranno sull’Italia nella notte tra mercoledì 4 e giovedì 5 dalla porta della Bora e si getteranno sull’intero stivale, interessando principalmente il centro-sud ed il medio-basso versante Adriatico.
COSA ASPETTARCI SUL NOSTRO TERRITORIO.
Ad oggi l’ipotesi più accreditata è per 36/48 ore, tra giovedi 5 e venerdì 6 gennaio, di venti gelidi, nuvole e nevicate sparse su tutte le quote.
Il tutto sarà accompagnato da un cruento calo delle temperature che risulteranno sotto lo zero anche nelle ore diurne.
Prendete questa prima previsioni come una “tendenza previsionale”, che nel corso dei prossimi giorni potrà diventare una previsione più affidabile e precisa con l’avvicinarsi dell’evento.
Il consiglio, da questo momento in poi, è quello di seguire tutti gli aggiornamenti che verranno pubblicati sistematicamente.

 

 

 

Stefano Bernardi