SITUAZIONE ATTUALE ED EVOLUZIONE

Nella fase centrale della settimana entreremo nel clou del peggioramento che sta interessando il bacino centrale del Mediterraneo. Una vasta saccatura depressionaria di origine polare si getterà nel Mediterraneo direttamente dalla valle del Rodano ed andrà a formare un profondo minimo depressionario sul golfo Ligure. Successivamente tale minimo si porterà sulla Sardegna, tenderà ad approfondirsi ulteriormente e si sposterà verso lo Ionio. Il giro molto largo che farà il minimo, lontano dalle coste tirreniche, ridurrà l'apporto precipitativo che si avrà sulla nostra regione, che in ogni caso vivrà generali condizioni instabilità atmosferica. Momenti di annuvolamenti più consistenti daranno luogo a delle precipitazioni, dapprima più probabili sui comparti interni e successivamente, con la traslazione del minimo sullo Ionio, sui comparti orientali e costieri. L'afflusso di aria polare manterrà la quota neve sulle medio-basse quote appenniniche. Un miglioramento del tempo è atteso soltanto dalla seconda parte di venerdì, quando la saccatura depressionaria si porterà sui Balcani e sull'Egeo.

 

La giornata di mercoledì si aprirà con cieli irregolarmente nuvolosi sul settore interno e parzialmente nuvolosi sul resto della regione. Nel corso delle ore avremo un ulteriore aumento della nuvolosità da Ovest, che si farà compatta al pomeriggio. Ci saranno anche delle precipitazioni, deboli, locali e concentrate alle zone a confine con il Lazio al mattino, più diffuse ed estese all'intero settore interno al tardo pomeriggio/sera. Quota neve sui 400-500 metri al mattino, sui 600 metri in serata. Temperature massime e minime in calo, ventilazione debole variabile al mattino, moderata da Sud-Est al pomeriggio, mare mosso.

 

La giornata di giovedì inizierà con nuvolosità irregolare sui comparti meridionali, dove ci sarà la possibilità di qualche precipitazione sparsa. I cieli risulteranno parzialmente nuvolosi altrove. Nel corso della mattinata assisteremo ad un aumento della nuvolosità a partire dalle coste ed in estensione ai comparti interni. Tale nuvolosità si farà compatta nelle ore centrali del giorno e darà luogo a fenomeni diffusi, più probabili sulla fascia centro-orientale della regione. In serata avremo un miglioramento del tempo con alternanza di schiarite ed annuvolamenti mentre le precipitazioni tenderanno gradualmente ad attenuarsi. Quota neve in calo dagli iniziali 600-700 metri fin verso i 400 metri della serata. Temperature massime e minime nel complesso stazionarie, ventilazione moderata/forte da Nord/Nord-Est e mare molto mosso.

 

La giornata di venerdì sarà caratterizzata da cieli irregolarmente nuvolosi sulla fascia centro-orientale della regione e da cieli parzialmente nuvolosi sui comparti interni. Ci sarà qualche debole precipitazione lungo l'intero arco della giornata, concentrata sui versanti appenninici esposti ad Est e nevosa oltre i 300-400 metri di quota. Temperature massime e minime in leggero calo. Venti tesi da Nord e mare agitato.

 

- Francesco De Angelis-

 


PUOI ASCOLTARE LE NOSTRE PREVISIONI ANCHE IN RADIO! CLICCA QUI PER INFORMAZIONI!


 

SITUAZIONE IN ATTO

Sinottica su scala europea

Immagini satellitari Europa

Immagini satellitari Italia

Radar precipitazioni Italia

Fulminazioni live centro Italia

Radar precipitazioni centro Italia