SITUAZIONE ATTUALE ED EVOLUZIONE

All'inizio della nuova settimana l'Europa sarà divisa in due parti. Se da un lato l'Europa occidentale godrà di temperature in linea o al di sotto delle medie del periodo, le zone centro-orientali del continente europeo sperimenteranno una estrema ondata di calore. Le anomalie termiche toccheranno gli 11-12°C oltre le medie. Questo sarà causato da una nuova pulsazione anticiclonica sub-tropicale sul bacino centrale del Mediterraneo, attivata dall'antiparallela discesa di una vasta saccatura depressionaria di matrice atlantica sulla penisola iberica. Ma cosa porterà questa configurazione barica sull'Abruzzo? Diffusa stabilità atmosferica, con cielo sereno o offuscato da sabbia in sospensione e velature in transito, temperature estremamente elevate per il mese di Giugno. In Abruzzo si supereranno i 40 gradi in valle Peligna e nelle vallate dell'immediato entroterra della fascia costiera. Non andrà molto meglio sul settore interno, dove le colonnine di mercurio toccheranno i 36-38°C e faranno fatica a scendere sotto i 20°C alle prime luci del giorno. Si ritoccheranno dei record termici per il mese corrente? probabile! Tutto questo aggraverà la già pesante crisi idrica che sta vivendo lo stivale. La buona notizia? Molto probabilmente non sarà una situazione duratura. Già da mercoledì, infatti, la struttura anticiclonica si sposterà verso est sotto l'azione invadente di più fresche correnti atlantiche.
 
 
La giornata di lunedì vedrà un mattino soleggiato su tutto il territorio regionale ma con sabbia in sospensione. Nel corso del pomeriggio assisteremo al transito di innocue velature, che interesseranno prevalentemente il settore interno. Temperature minime e massime in sensibile aumento. Ventilazione moderata dai quadranti meridionali e mare localmente mosso.
 
 
La giornata di martedì trascorrerà con cielo da poco a parzialmente nuvoloso per il transito di velature e nubi alte da ovest, più probabili nelle seconda parte del giorno. Al primo pomeriggio si formeranno locali nubi a sviluppo verticale sui rilievi della fascia centrale della regione, dove non si può escludere qualche breve e locale rovescio. Temperature minime in ulteriore rialzo, massime stazionarie. Ventilazione al più moderata da sud-ovest sul settore interno e di direzione variabile lungo le coste. Mare generalmente poco mosso.
 
 
La giornata di mercoledì vedrà la presenza di qualche nube sparsa, prevalentemente di tipo medio-alto, in un contesto di stabilità atmosferica. Non sono previsti fenomeni. Temperature minime e massime in calo. Ventilazione vivace da ovest sul settore interno e da est/nord-est lungo le coste. Mare localmente mosso. 
 
- Francesco De Angelis-

 


 

SITUAZIONE IN ATTO

Sinottica su scala europea

Immagini satellitari Europa

Immagini satellitari Italia

Radar precipitazioni centro Italia