SITUAZIONE ATTUALE ED EVOLUZIONE

Nella fase centrale della settimana la nostra penisola si troverà sul terreno di conflitto tra un vasto impulso depressionario di origine artica, presente sull'Europa centro-orientale, e le più miti correnti atlantiche provenienti dall'Europa occidentale. Due saranno le depressioni atlantiche che raggiungeranno il Mediterraneo e che entreranno in conflitto con l'aria fredda presente sull'Est Europa. La prima perturbazione, più debole, scivolerà lungo il versante tirrenico tra mercoledì sera e giovedì. Questa sarà la prima vera occasione per il ritorno della neve fino a quote collinari, in quanto l'aria più mite ed umida di estrazione atlantica sorvolerà l'aria fredda depositata nelle valli interne. La seconda perturbazione, tra venerdì e domenica, dapprima affonderà più a Sud, tra Sardegna e Sicilia, prima di spostarsi verso Est. In questa configurazione il richiamo di aria più mite da Sud-Ovest sarà tale da rimescolare l'aria fredda presente nelle valli e dunque riporterà temporaneamente la neve alle medie quote. Successivamente, quando la depressione avrà raggiunto lo Ionio e l'Egeo i venti si disporranno nuovamente da Nord e avremo un nuovo abbassamento di temperature e quota neve. A quel punto però la depressione sarà troppo distante da poter apportare precipitazioni degne di nota sulla nostra regione.

 

La giornata di mercoledì si aprirà con cieli sereni o poco nuvolosi ovunque. A partire da metà mattinata assisteremo ad un progressivo aumento della nuvolosità da Ovest, che si farà compatta nel tardo pomeriggio sulla fascia centro-occidentale della regione. Ci saranno anche precipitazioni sparse sui comparti interni dalla serata, nevose oltre i 600-700 metri di quota. Temperature massime e minime in calo. Venti deboli da Nord al mattino ed in rotazione da Sud al pomeriggio. Mare poco mosso.

 

La giornata di giovedì vedrà una prima parte irregolarmente nuvolosa su tutto il territorio. La nuvolosità risulterà più compatta sul settore interno, dove insisteranno delle precipitazioni sparse, per lo più di debole-moderata intensità, nevose oltre i 600-700 metri di quota. Nelle ore centrali del giorno assisteremo ad un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche con locali schiarite. Ma già nel corso del pomeriggio avremo un nuovo aumento della nuvolosità in arrivo da Ovest. In serata arriveranno nuove precipitazioni da Sud-Ovest, che però risulteranno nevose solo dai 1200-1300 metri di quota. Temperature minime in aumento, massime stazionarie. Venti deboli di direzione variabile e mare poco mosso.

 

La giornata di venerdì sarà caratterizzata da cieli irregolarmente nuvolosi o coperti per l'intero arco delle 24 ore. Ci saranno anche delle precipitazioni diffuse su tutta la regione, in particolare al mattino ed in serata. Quota neve in calo dagli iniziali 1500-1600 metri fin verso i 700-800 metri della tarda sera. Temperature massime e minime in ulteriore rialzo. Ventilazione moderata da Sud, in rotazione da Nord nel corso della serata. Mare mosso.

 

- Francesco De Angelis-

 


PUOI ASCOLTARE LE NOSTRE PREVISIONI ANCHE IN RADIO! CLICCA QUI PER INFORMAZIONI!


 

SITUAZIONE IN ATTO

Sinottica su scala europea

Immagini satellitari Europa

Immagini satellitari Italia

Radar precipitazioni Italia

Fulminazioni live centro Italia

Radar precipitazioni centro Italia