SITUAZIONE SINOTTICA
 

Il weekend trascorrerà con condizioni di spiccata variabilità atmosferica, a tratti di leggera instabilità, sull'Abruzzo. Tali condizioni saranno legati ad una vasta area depressionaria presente sul bacino centrale del Mediterraneo a seguito alla discesa di una saccatura nord-atlantica. Dopo le piogge di venerdì pomeriggio/sera, la struttura depressionaria si approfondirà nel Mediterraneo e sposterà il proprio baricentro verso est. Se da un lato l'Abruzzo si troverà distante dai centri di bassa pressione, non beneficiando di piogge organizzate, dall'altro lato risentirà di flusso di correnti più fresche, che riporteranno le temperature in linea con le medie del periodo in corso. Non si parla di freddo intenso nè di nevicate consistenti per l'Appennino e non sono ancora visti dai modelli fisico-matematici segni di eventuali colpi di coda invernali.

 
PREVISIONI PER I PROSSIMI GIORNI
   
 

La giornata di venerdì si aprirà con cielo irregolarmente nuvoloso ma la tendenza sarà verso un ulteriore aumento della nuvolosità, in particolare sui comparti interni. Da metà mattinata i fenomeni saranno deboli e relegati alle zone a confine con il Lazio e sui rilievi occidentali, mentre nel corso del pomeriggio e specie in serata le precipitazioni si faranno diffuse, a carattere di rovescio, in estensione a tutto il settore interno. Quota neve in calo dagli inziali 1800-2000 metri fino ai 1000-1200 metri della notte successiva. Temperature minime stazionarie, massime in leggero calo. Ventilazione sostenuta dai quadranti meridionali, con raffiche forti sui monti. I venti ruoteranno da ovest in tarda serata. Mare mosso.

 

La giornata di sabato vedrà nubi sparse, a tratti irregolari, sulle zone occidentali e sui rilievi occidentali, dove non saranno da escludere isolati e deboli rovesci. La quota neve varierà dai 1100 metri del primo mattino ai 1300-1400 metri delle ore centrali del giorno. Sul resto del territorio regionale il cielo sarà sporcato principalmente da velature e nubi medio-alte di passaggio, con basso rischio di fenomeni. Temperature minime in lieve calo, massime nel complesso stazionarie. Ventilazione dai quadranti meridionali, ancora moderata al mattino, in indebolimento nella seconda parte del giorno. Mare mosso.

 

La giornata di domenica sarà caratterizzata da nuvolosità irregolare sulle zone meridionali della regione, dove ci sarà il rischio di qualche piovasco. Sul resto del territorio le nubi saranno sparse, prevalentemente di tipo alto e stratificato e non saranno foriere di precipitazioni degne di nota. Nelle ore pomeridiane qualche nube si formerà a ridosso dei rilievi senza apportare fenomeni. Temperature minime e massime stazionarie, ventilazione debole di direzione variabile, con raffiche moderate da nord al mattino lungo le coste. Mare mosso. 

 

 

- Francesco De Angelis -

 


 

SITUAZIONE IN ATTO

Sinottica su scala europea

Immagini satellitari Europa

Immagini satellitari Italia

Radar precipitazioni centro Italia