SITUAZIONE ATTUALE ED EVOLUZIONE

 

All'inizio della nuova settimana avremo la prima fase di stampo invernale della stagione fredda 2019/2020. Un saccatura depressionaria di estrazione nord-atlantica, con al seguito aria di origine polare, scivolerà sull'Europa continentale andando a spegnere la sua corsa sulla penisola e sul bacino centrale del Mediterraneo. Avremo un peggioramento delle condizioni atmosferiche, con nubi irregolari e precipitazioni sparse, più probabili sulla fascia centrale della regione. L'aria fredda in arrivo da Nord avrà il duplice effetto di abbassare le temperature al di sotto delle medie del periodo e di riportare la neve anche sotto i 1000 metri sull'Appennino centrale.  

 

La giornata di lunedì trascorrerà con cieli irregolarmente nuvolosi sulle zone a confine con il Lazio, dove saranno possibili isolati e deboli piovaschi nell'intero arco delle 24 ore. Quota neve in calo dagli iniziali 1800 metri fin verso i 1300 metri della serata. Il resto del territorio godrà di maggiore stabilità atmosferica, con alternanza di ampie spazi di sereno e qualche annuvolamento di passaggio. Temperature massime e minime stazionarie, venti moderati occidentali sul settore interno e di direzione variabile lungo le coste. Mare poco mosso.

 

La giornata di martedì si aprirà con cieli poco nuvolosi ovunque, ad eccezione di addensamenti nuvolosi più consistenti a ridosso del Gran Sasso. Nel corso delle ore assisteremo ad un aumento della nuvolosità da Nord-Est, che si estenderà al resto del territorio. Nelle ore centrali del giorno avremo anche delle precipitazioni, localmente a carattere di rovescio, più probabili ed intense sulla fascia centrale della regione. Neve inizialmente oltre i 1200 metri, con quota neve in calo fino a 900 metri. In caso di forti rovesci i fiocchi di neve, anche misti a pioggia, potranno portarsi anche sulle conche interne, con bassa possibilità di accumuli al suolo. Accumuli che risulteranno invece consistenti sul Gran Sasso e sulla Majella già dai 1200 metri di quota. In serata avremo un miglioramento delle condizioni meteorologiche con schiarite a partire da Nord. Temperature in calo, specie nella seconda parte del giorno. Venti moderati/forti da Nord e mare molto mosso.

 

La giornata di mercoledì si aprirà con residua nuvolosità sul settore meridionale della regione e a ridosso del Gran Sasso, senza precipitazioni consistenti associate. Tale nuvolosità tenderà a dissolversi già nel corso della mattinata. Altrove i cieli saranno sereni o poco nuvolosi fino a sera, quando delle velature o nuvolosità alta approcceranno la nostra regione da Nord-Ovest. Temperature minime in calo, massime stazionarie, ventilazione moderata/forte da Nord al mattino, in indebolimento e rotazione da Ovest in serata. Mare agitato.

 

 

- Francesco De Angelis-

 


PUOI ASCOLTARE LE NOSTRE PREVISIONI ANCHE IN RADIO! CLICCA QUI PER INFORMAZIONI!


 

SITUAZIONE IN ATTO

Sinottica su scala europea

Immagini satellitari Europa

Immagini satellitari Italia

Radar precipitazioni Italia

Fulminazioni live centro Italia

Radar precipitazioni centro Italia